• modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini1.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini2.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini3.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini4.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini5.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini6.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/canarini7.jpg
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/2759072122_small_11.JPG
  • modules/mod_lv_enhanced_image_slider/images/canarini/mosaico.JPG
Pagine Amiche

________Entra a far parte anche tu della Community
_____________del sito www.piumeepiume.it
____________chiedi la tua pagina personale !
_______________Guarda la sez. Mini Siti

NOVITA'

I Canarini Mosaico



I canarini mosaico comprendono sia i lipocromici che i melanici e sono facilmente riconoscibili grazie alla ripartizione specifica del colore lipocromico (giallo, rosso, rosa).

Caratteristiche
a) Un buon mosaico avrà zone d’elezione ben marcate e delimitate in modo preciso e netto. Queste zone avranno generalmente una superficie possibilmente ridotta ma con una intensità di colore molto elevata e con un biancore notevole, per i canarini lipocromici, sul resto del corpo.
b) Un mosaico medio avrà le zone di elezione troppo estese e mal delimitate, a volte non al massimo dell’intensita e con il resto del piumaggio non in possesso del biancore richiesto, ma con trasparenze di lipocromo.
c) Un brutto mosaico avrà le  zone di elezione dilatate e non definite, mancanti totalmente di intensità e il resto del piumaggio con tracce di  lipocromo giallo o rosso o rosa.

Origine del Mosaico
Si possono distinguere due tipi di mosaico:
il vecchio tipo, risultato certamente di brutti brinati e brutti intensivi lavorati insieme. Questo tipo di mosaico è praticamente sparito lasciando il posto agli attuali standard.
il nuovo tipo, che chiameremo semplicemente mosaico, corrisponde allo standard della C.O.M.

Il canarino di partenza, molto probabilmente è il lipocromico mosaico rosso. La sua origine e quasi certamente dovuta  ad  una ibridazione con il Cardinalino del Venezuela e una femmina di canarino rossa. ln effetti questo piccolo Spinus presenta molte similitudini con il canarino mosaico soprattutto nella ripartizione di colore delle femmina. In seguito, il tipo mosaico e stato trasmesso al lipocromo giallo e ai soggetti con melanine; attualmente il mosaico e riscontrabile su tutte le varietà di canarino e le sue mutazioni.

Il tipo Mosaico
ll termine “tipo”, spesso utilizzato in canaricoltura, si adatta bene al mosaico. Si deve infatti parlare di due tipi differenti, il tipo maschio mosaico e il tipo femmina mosaico. Questo in quanto il tipo maschio mosaico non e del tutto simile alla femmina mosaico, fatto derivato proprio dall’ibridazione con il Cardinalino del  Venezuela che presenta già per se un dimorfismo sessuale; distinzione assai evidente che permette di distinguere i due sessi anche quando i piccoli sono ancora nel nido.

Per chiarire quanto stiamo dicendo prendiamo come esempio il canarino lipocromico rosso.

Tipo 1 femmina
le zone di elezione sono:
1)La zona ciliare, che è costituita da un tratto rosso sottile ma ben visibile e non particolarmente lungo;
2)la zona delle spalline che evidenzia una piccola superficie ben rossa situata all’attaccatura dell’ala;
3)la zona del groppone con una superficie molto rossa e posizionata  proprio dove spuntano le penne  della coda;  
4)la zona del petto che presenta una superficie non molto ampia di un colore rosato.  

Tipo 2 maschio
Le zone di elezione sono:
1. La mascherina facciale che deve essete di un rosso più carico possibile e che deve fermarsi appena  dopo l'occhio;
2. la zona delle spalle, che avrà la stessa posizione del tipo femmina ma sarà molto più estesa;
3. la zona del groppone, anche in questo caso come nel tipo femmina, ma possibilmente più estesa;
4.la zona del petto che sarà notevolmente più importante che nella femmina;

Gli  accoppiamenti
Se si vogliono ottenere dei buoni risultati con i canarini mosaico, non e corretto incrociare sempre mosaico X mosaico, ma inserite ogni tanto degli intensi e dei bianchi. Per contro, il principale problema e quello di mantenere ben distinti il bianco e il rosso.
La domanda giunge quindi spontanea: cosa bisogna fare per ottenere dei buoni mosaico ?
Per ottenere dei buoni maschi mosaico bisogna accoppiare dei buoni maschi a delle femmine con delle zone oculari di elezione molto importanti; per capirsi quelle la cui zona di elezione oculare si estende anche vicino al becco formando quasi una piccola mascherina, e con tutte le altre zone di elezione in possesso di una colorazione particolarmente intensa su un fondo bianco gessoso. Per ottenere delle buone femmine invece è necessario che i maschi da usare presentino un spaccatura sulla mascherina facciale ma che il colore risulti sempre essere al massimo dell’intensità. Il resto delle zone di elezione dovrà mantenere sempre il massimo del colore su un fondo sempre bianco gessoso.

Note
Da evitare di accoppiare quei soggetti che presentano poca intensità  nelle zone di elezione, dove sul mantello bianco compaiono macchie di colore arancio. Questi tipi di uccelli possiedono piumaggi particolarmente lunghi e se accoppiati tra loro possono portare a dei “Lumps”.Da ricordare che il fattore rosso non dipende dal colorante che si somministra al canarino ma dalla capacità di un ceppo di fissare il rosso. I canarini molto tipici ma con macchie melaniche sul piumaggio, potranno essere accoppiati, in quanto la loro discendenza, quasi certamente, sarà priva di macchie e manterrà la tipicità dei genitori. Per contro le macchie presenti sulle parti cornee (becco e zampe) spesso sono ereditarie.

 

da “LE JOURNAL DES OISEAUX"
Trad. i.f.